Flatlandia
Literature

Flatlandia

Il reverendo Edwin Abbott Abbott fu un grande intellettuale del XIX secolo. Dopo essere stato rettore della City of London School per un ventennio circa, pubblicò moltissimi  libri dei generi più diversi: manuali scolastici, studi eruditi di testi sacri, trattati teologici. In tutto, più di quaranta testi. Eppure l’unico baluardo che ha evitato che il … Continua a leggere

Il silenzio delle stagioni
Action

Il silenzio delle stagioni

  Di solito le cose semplici non sono mai così semplici, oppure sono semplici nel loro significato più puro, ma in profondità nascondono un’intricata rete di aspetti che necessitano solo di silenzio e riflessione per essere compresi a fondo. “Primavera, Estate, Autunno, Inverno… e ancora Primavera” (Kim Ki-duk, 2003) è il “semplice” racconto di un … Continua a leggere

Ai confini della realtà
Sound

Ai confini della realtà

Nel 1967, in California, di confini se ne oltrepassarono molti e diversi nell’ondata della controcultura; ma un gruppo in particolare non si limitò a cavalcarla, facendosene invece portavoce fin dai suoi albori. È nel gennaio di quell’anno che viene organizzato a San Francisco l’evento che avrebbe permesso al movimento hippie di farsi conoscere al di … Continua a leggere

E scivola il sole al di là delle dune
Action/Literature/Sound/Travel

E scivola il sole al di là delle dune

Soltanto trenta chilometri separano Hebron da Gerusalemme, quanto basta per rendere la città palestinese una “terra di confine”. Con una frequenza disarmante, le strade della città vecchia di Hebron, dove passa la linea di frontiera tra la zona di controllo israeliano e quella in mano ai palestinesi, diventano teatro di rappresaglie e scontri violenti tra … Continua a leggere

“Dove siete diretti?” “Sempre verso casa”
Literature

“Dove siete diretti?” “Sempre verso casa”

Se, come me, avete avuto la discutibile idea di frequentare il liceo classico, probabilmente sarete saturi delle avventure di Ulisse, e penserete di avere già sufficientemente sviscerato il poema omerico. Non posso darvi torto. Eppure, mi è sempre rimasto un dubbio: com’è possibile che Penelope non riconosca Ulisse solo perché travestito da mendicante? Va bene, … Continua a leggere